Comunicato contro il presidio di Forza Nuova indetto a Susa e previsto per l'8 Aprile 2017

A volte ritornano…

Dopo circa un anno di silenzio Forza Nuova prova nuovamente ad uscire allo scoperto indicendo, per sabato 8 Aprile, un presidio nel cuore della nostra Valle. Questo fine settimana, infatti, la cittadina di Susa sarà teatro delle solite farse e bugie portate in piazza da questo “partito” di stampo fascista.

Ancora una volta il tentativo è quello di rimpolpare le proprie fila nascondendosi dietro la becera maschera della “giornata del tesseramento” facendo leva sulla tragica situazione politica e sociale in cui versa il nostro Paese per far passare messaggi razzisti e xenofobi.

Ci pare quantomeno inappropriato l’urlo fascista all'apologia della patria in una vallata Medaglia d’Oro alla Resistenza, che ha sempre visto la sua popolazione impegnata in battaglie per la difesa del territorio e dei diritti.

Salta immediatamente all'occhio la profonda contraddizione che sta in seno alle proposte che Forza Nuova porta per l’Italia. Se da una parte ritiene necessaria la presenza di politiche legate al Welfare, dall'altra le alternative che suggerisce poggiano su pilastri di odio e razzismo che stanno alle base di quelle guerre che costringono le popolazioni ad abbandonare la propria casa e la propria famiglia in nome di un futuro migliore.

Crediamo sia inaccettabile che un “partito” di questo genere possa anche solo pensare di trovare spazio nella nostra Valle. Per questo motivo chiediamo a tutte e tutti di partecipare al presidio indetto per sabato 8 Aprile a partire dalle ore 8,00 in Via Roma a Susa.

 

ORA E SEMPRE RESISTENZA!

NESSUNO SPAZIO AI FASCISTI!

 

Sez. A.N.P.I. Bussoleno Foresto Chianocco

Sez. A.N.P.I. Mompantero e Val Cenischia

Sez. A.N.P.I. Chiomonte Alta Valle Susa

Sez. A.N.P.I. Sant'Ambrogio di Susa

 

"La resistenza, individuale e collettiva agli atti dei pubblici poteri, che violino le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla presente Costituzione, è diritto e dovere di ogni cittadino."

Giuseppe Dossetti

Partigiano, Sacerdote, membro della Costituente

 

 

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci

1 febbraio 1917